Emicrania Oftalmica: - Studio Oculistico Dottor Riccardo Scotti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Emicrania Oftalmica:

Focus On

una sindrome neurologica che simula gravi problemi oculari


Quando l'emicrania è preceduta da sintomi visivi, si parla di emicrania oftalmica;
la sintomatologia tipica è caratterizzata dalla comparsa di varie manifestazioni visive della durata di 5-20 minuti, a cui fa seguito, immediatamente o dopo un periodo libero di qualche minuto, il tipico mal d testa, emicranico, accompagnato frequentemente da nausea e vomito.



Il paziente nota inizialmente malessere generale, stanchezza, formicolii agli arti o difficoltà nel linguaggio, poi la comparsa di zig zag luminosi, o di luci colorate, o di luci tremolanti che compaiono dapprima in una zona del campo visivo, per estendersi poi, progressivamente, a tutte le altre zone del campo visivo stesso; più frequentemente è coinvolto un solo occhio, o un occhio più dell'altro; nel caso in cui siano interessati entrambi gli occhi, viene coinvolta la regione del campo visivo dello stesso lato (zona esterna dell'occhio destro ed interna del sinistro, o viceversa).

La cefalea che segue i sintomi visivi dura dalle 4 ore a 2-3 giorni.
La sintomatologia dolorose è talvolta così violenta da simulare patologie neurologiche cerebrali anche gravi, quali l’attacco ischemico transitorio (TIA) o l’ictus cerebrale, causando serie difficoltà ai sanitari che accolgono questi pazienti negli ambulatori del Pronto Soccorso, dove il paziente si reca in quanto molto sofferente e preoccupato dalla intensità dei sintomi che lo affliggono.


Il vasospasmo arteriolare (restringimento del calibro delle arterie) nel distretto cerebrale e oculare sarebbe responsabile della sintomatologia visiva e neurologica.
Fattori predisponesti all'insorgenza dell'attacco possono essere lo stress, lo scarso riposo notturno, l'esposizione a freddo, rumore o luce intensi, le alterazioni ormonali, l'assunzione di particolari alimenti o bevande (vino rosso, superalcolici, cioccolato, frutta secca, latticini e formaggi stagionati, pomodori, frumento).
La terapia dell'emicrania oftalmica si basa sull'assunzione di farmaci antinfiammatori,  analgesici, o di triplani. Utili sono gli estratti di Ginko Biloba, la Vitamina B2 e il Coenzima Q10. Tuttavia, è essenziale la prevenzione della cefalea, che si ottiene con una buona igiene di vita: consumare cibo sano, dormire a sufficienza, evitare luoghi poco aerati, troppo caldi o troppo freddi, ridurre al minimo le cause di stress.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu